Un ragazzo ha trovato una strana pietra nel giardino:il giorno dopo i suoi genitori sono stati arrestati…

74

Un giorno terrificante

smartcollege
daily-motivation.net/

Fu un giorno terribile per Ralph. Era così felice della sua scoperta, ma si trasformò in un incubo quando, proprio di fronte a lui, i suoi genitori furono messi in auto della polizia pesantemente oscurate e portati via. Gli fu permesso di andare con loro alla stazione di polizia.

Seduto lì, in lacrime, cercò di spiegare che aveva trovato una pietra nella foresta e che i suoi genitori non c’entravano nulla. All’inizio i poliziotti non si fidavano particolarmente delle parole del bambino, ma poi, avendo visto la sua sincerità, si ammorbidirono un po’.

Un controllo ha confermato le parole di Ralph: i suoi genitori non erano coinvolti nella rapina al museo. Come ha fatto la pietra a finire in quei boschi?

Partono le indagini

- Pubblicità -

onlinekhabar
daily-motivation.net/

I genitori di Ralph si sono offerti di aiutare nelle indagini. La prima cosa che hanno fatto è stata quella di fotografare il luogo dove è stata trovata la pietra e mostrare le foto alla polizia. Per di più, sono stati i genitori a giocare un ruolo chiave nella cattura dei criminali!

I ladri non sono stati molto attenti perché hanno trovato un anello vicino a dove era sepolta la scatola. Devono averlo fatto cadere quando stavano scavando la buca. All’inizio la polizia non ha potuto identificare nulla dell’anello, ma i genitori di Ralph hanno deciso di pubblicarne una foto sui social media. Tre giorni dopo, il risultato è emerso.

La foto dell’anello ha guadagnato rapidamente visualizzazioni, e presto un gioielliere del Kansas ha risposto e ha riconosciuto il suo lavoro. Ha cercato nei suoi archivi e ha trovato l’indirizzo del cliente. Si è rivelato essere uno dei ladri.

I criminali sono stati catturati e il museo ha deciso di ricompensare la famiglia di Ralph con 5.000 dollari in segno di gratitudine.

Ora Ralph può comprare tutti i minerali che vuole senza paura di essere denunciato alla polizia!

- Pubblicità -